sabato 25 aprile 2009

Diaspora

sabato 25 aprile 2009

Nella terra scura e rigogliosa
Che scruta il mare e accarezza il monte
Sono fioriti i narcisi a primavera
Tappeto di bianco splendore
Disegnato con lo smeraldo
Il sole li bagna e il vento li canta
Sole giallo, sole rosso, sole nero
Che fluisce tra l’erbe e ulula la notte
I grilli non ci sono più
Il vento non canta l’arcobaleno
Ci sono cadaveri che urlano zitti
Tra le statue di marmo
L’edera si aggrappa alle loro narici
Dal silenzio arrivano a frotte i topi
Saccheggiano e sconquassano
Grattano le pareti
E attaccandosi alle code
Fuggono di nuovo via
Perché questa non è la casa di nessuno

5 commenti:

zoé ha detto...

"cadaveri che urlano zitti .."
A me piace molto come srivi, le immagini che usi, le parole .. complimenti :)
Bn Giornata, Zoe.

ashasysley ha detto...

E così come questo posto
il cuor mio si sente
passaggio di mille persone
pioggia di alcune
sole di altre.
Perchè questa non sia la casa di nessuno
e in queste mani non venga riposto
alcun cuore a cui dover dar ascolto.
E con la coda degli occhi
passanti di passagio vedo passare
e ferma continuo a scrutare il mare
mio unico respiro d'emozione

Francesco, Lucio ha detto...

Benvenuta Asha!

Bello quello che hai scritto, è tuo?

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Anonimo ha detto...

fcgw sknzq [URL=http://www.katesxxx.com]katesxxx[/URL] benzts d vj j qnd

 
Design by Pocket